Martedi 2 Luglio 2019 - 18° edizione - Capolavori a Tavola

Martedì 02 Luglio 2019 a Borgo Corsignano (Poppi – AR) torna il consueto appuntamento con la manifestazione “Capolavori a Tavola”, a cui ho il piacere di invitarti.

Siamo arrivati alla 18° edizione, sempre nell’incantevole cornice di Borgo Corsignano.

Come al solito sto già selezionando grandi materie prime e, a presentarle, ci saranno numerosi e affezionati amici chef, professionisti che il mondo intero ci invidia, che sapranno immancabilmente emozionarci con le loro creazioni. Per brindare avremo nel bicchiere bollicine italiane e francesi, birre d’autore e i vini del territorio aretino e italiano. Le piscine vedranno un “ghiotto” dopocena, con il salotto del Maledetto Toscano che vi delizierà con spirits, cioccolata, dolci e pregiati caffè.

La quota di partecipazione è di 100 Euro; i posti di disponibili 250.

L'intero ricavato della serata sarà devoluto L'intero contributo sarà devoluto, attraverso l’associazione C3 Centro Creativo Casentino Onlus, all’Ospedale pediatrico Meyer di Firenze.

La prenotazione è obbligatoria.
Per effettuarla contatta entro il 27 giugno prossimo:
Associazione C3 Centro Creativo Casentino Onlus
dal lunedì al venerdì, dalle ore 14:00 alle ore 19:30

Contatti:
0575 1645344/345,
340 2794896 (Stefania),
347 3941396 (Deborah)
335 343186 (Simone)

Anche per chi sarà impossibilitato a partecipare, è comunque possibile donare: · a mezzo bonifico bancario da intestare a
Centro Creativo Casentino Onlus
UBIBANCA iban IT 14K 03111 71335 000 000 092 428
causale: donazione per Centro Creativo Casentino Onlus · a mezzo sottoscrizione 5 per mille nella dichiarazione dei redditi Centro Creativo Casentino Onlus, via Umbro-Casentinese, 1 52011 Bibbiena (AR) codice fiscale 02191650510

Nota Bene: per scaricare fiscalmente il contributo, è obbligatorio il bonifico bancario, con causale “CAPOLAVORI A TAVOLA 2019 for Meyer, Nome e Cognome”

A favore di un “Progetto Sociale” in Casentino promosso dal Centro Creativo Casentino

Nato nel Luglio del 2014, Il Centro Creativo Casentino è un’iniziativa di Annalisa Baracchi e sua figlia Giulia che hanno messo a disposizione la loro Villa di famiglia.Il centro si configura come un ambiente educativo e uno spazio di formazione aperto a persone di diversa età, categorie e culture; un luogo dove sviluppare la propria socialità ed esercitare la propria creatività, partecipando alle attività proposte e vivendo quotidianamente questo luogo di incontro.

Le tre C che caratterizzano il Centro Creativo Casentino hanno un significato ben specifico che ci proponiamo di sostenere e promuovere, ovvero:
Conoscere il passato, Comprendere il presente, Costruire il futuro

In attesa della nuova grandissima edizione del 23 giugno, rivediamo "Capolavori a Tavola" dello scorso anno. Video a cura di Cøsịmo Cȁppaǥli

Posted by Luca Mistergusto Managlia on Venerdì 5 giugno 2015

Capolavori a tavola 2014 - 1

Capolavori a tavola 2014 - 2

Capolavori a tavola 2014 - 3

Edizione del 2013

Simone Fracassi è giustamente conosciuto come il "Re della Chianina". La sua macelleria, a Rassina, ha lunga storia (dal 1927). Dice che non smette mai di "accarezzare i suoi figli" (cioè stuccare i prosciutti). Li cura come cose sacre. Non ha un carattere facile, come quasi tutti gli aretini.
L'ho conosciuto nel 2002 e poi 2003, curava il "catering" dello storico notturno enogastronomico del Premio Sporterme a Bagno di Romagna. In quelle nottate si beveva e mangiava di continuo, gli anfitrioni erano Gianni Mura, Bruno Pizzul e Giovanni Galeone. Ho ricordi indelebili. Ci ho lasciato il cuore, e pure un po' di cistifellea. Fracassi gestiva il tavolo degli affettati e ogni tanto litigava con Paola Mura (moglie di Gianni) che si lamentava di come i casentinesi usassero per forza l'aglio (Paola è allergica) per stagionare il prosciutto.
Come tutte le persone "famose" e "scontrose", Fracassi divide: chi lo ama, chi lo odia. In questi casi, più che l'uomo (di cui non potrei che testimoniare bene, per quanto lo conosco), parla la sua opera: e i prodotti di Fracassi sono, semplicemente, superbi. Quando devo organizzare cene a base di carne, mi affido a lui (o a mio padre, che lavora da quelle parti): una garanzia. Fracassi, poi, ha un pregio che lo rende decisamente più gradevole di Dario Cecchini, "il poeta della bistecca alla fiorentina" che opera (tra una comparsata televisiva e l'altra) a Panzano in Chianti: non declama romanze, non ti fa venir voglia di invadere la Polonia quando lo vedi, e ha un ego decisamente meno ingombrante.
Ambizioso e ormai nome di culto nell'ambiente enogastronomico, Fracassi ha creato da qualche anno un appuntamento (gratuito e a inviti) che ha chiamato Capolavori a tavola.

Testo tratto dal blog di Andrea Scanzi Elogio dell'invecchiamento

Tante le aziende e le persone che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione: Ferrari Metodo Classico – Abbigliamento Lori – Spumanti Coppo Canelli – La Gardenia Arezzo – Fratelli Sassoli – Fattorie di Celli – Borgo Corsignano – Copperativa Valle del Bonamico – Caseificio Campo Felice – la Casa di Paolo Teverini – gli Antichi Sapori del Gran Sasso Ugo De Paulis – Gelateria Ghignoni – Menchetti – Hotel Tosco Romagnolo – Strada del Vino Terre di Arezzo – Il Tirabusciò – Zago Taste Good – il Club Amici del Toscano – Federazione Italiana Cuochi Associazione di Arezzo – Oligominerale Verna – Arnolfo – Vestri – Enoteca Bere è… - Bruno Service Agency – Camperchi – Associazione Italiana Sommeliers delegazione di Arezzo – Lodovichi Ricevimenti